giovedì 25 febbraio 2010

Il volume di un disastro

Ieri qualcuno ha pensato bene di aprire le valvole dei serbatoi di petrolio di una raffineria dismessa della Lombarda Petroli di Villasanta, in provincia di Monza. Questo gesto criminale ha causato lo sversamento di 8000 metri cubi di olio nelle acque del fiume Lambro, immissario del Po, in cui oggi è arrivata la marea nera.

E' tuttavia difficile rendersi conto delle proporzioni del danno, quantificare la massa di petrolio che ha invaso la Natura a Villasanta; ho dunque pensato fosse utile visualizzarla in modo efficace ed accessibile a chiunque.

Per questo ho realizzato un cubo di 20 metri di lato (un volume di 8000 metri cubi) ed ho provato a collocarlo (in Google Earth) in tre luoghi simbolo della nostra nazione: giudicate voi.

piazza Duomo a Milano

piazza San Marco a Venezia


il Colosseo a Roma


Se volete scaricarli ed esplorarli su Google Earth qui di seguito ci sono i link.





6 commenti:

ariuceramiche ha detto...

se fossi stata una maestra o una mamma non avrei trovato un modo migliori per farlo capire ai miei bambini... ma la parte difficile è sempre farlo capire alla maggior parte degli adulti che come il dodo continuano a pensare che non si estingueranno mai...
grazie
cristina

Davide ha detto...

"...quantificare la massa di petrolio che a invaso la Natura a Villasanta..."

si scrive 'ha invaso' e non 'a invaso'.... questo è un errore da prima elementare, correggi! :)

Feace ha detto...

Ottima iniziativa,
ma suggerisco di modificare il volume del cubo in un parallelepipedo dello spessore di un 1cm per evidenziare l'area coperta dallo sversamento, che risulterebbe essere quella di un quadrato di circa 895m di lato!
Sarebbe una stima molto ottimistica, se pensiamo che lo spessore arbitrario di 1cm è sicuramente maggiore di quello reale, e che la superficie non è nella realtà continua ma a chiazze. Comunque è già impressionante così...
Anzi, ora provo a realizzare io il nuovo modello.
Grazie

Alessio

PERCVLATOR ha detto...

Io avrei provato a piazzare l'enorme cubo anche in un quarto punto-simbolo del paese, a VILLA CERTOSA

PERCVLATOR ha detto...

Caro Frankie, non c'entra granchè con questo post, ma molto con quello precedente: sarei curioso di sapere la tua personale opinione sull'ennesima firma da parte del nostro Residente della Repvbblica, (come lo hai definito tu con una delle tue geniali invenzioni verbali) su un decreto palesemente incostituzionale.

sam ha detto...

Ciao Frankie...mi sono felicemente imbattuto nella tua canzone L'inutile...io sto scrivendo una tesi su questo vasto e largo "argomento"...mi piacerebbe poterne parlare con te..c'è un modo di contattarti/incontrarti????